Pranzo di Natale, i piatti must della dieta mediterranea

pranzo di natale

Ci sono occasioni in cui stare dietro ai preparativi per i pranzi e i cenoni delle feste, tra lavoro e impegni vari, è davvero impossibile, ma come rinunciare a sbalordire i vostri ospiti con un menù ad effetto, ricco di novità e freschezza, per il pranzo di Natale? Se quest’anno avete intenzione di lasciarli a bocca aperta, allora mettete da parte lasagna ed altri piatti “classici”, e apritevi alla sperimentazione made in dieta mediterranea, con uno sguardo sì, alla tradizione, ma non solo, con tre ricette che sulla vostra tavola non potranno mancare.

Ravioli capresi

Si sente il tricolore sventolare già solo parlando di questo piatto, che vede protagonisti basilico, mozzarella e pomodori, veri e propri alimenti portanti della cultura mediterranea. La portata principale in cui si uniscono questi tre sapori è la caprese, antipasto estivo ma talmente buono da essere adatto a tutte le stagioni. Avete mai provato ad adattare questa delizia in formato ravioli? Se non l’avete mai fatto, allora questo è il momento giusto per tentare!

Tutto ciò di cui avrete bisogno per i ravioli è 250g di farina 00, 30g di concentrato di pomodoro, 360g di mozzarella di bufala (consigliamo quella del Caseificio La Fattoria), 35g di parmigiano reggiano, 2 uova, sale fino, semola, 150g di ricotta di bufala, basilico e pepe nero. Mentre per il sugo invece mettete da parte 300g di pomodorini datterini, 1 spicchio di aglio, olio EVO, sale fino e basilico.

Il primo passo è unire la mozzarella di bufala, accuratamente tritata e privata del siero, al basilico, formando delle piccole sfere e successivamente posizionandole su uno strato di pasta fresca sottile. Copritele con un secondo strato di pasta, avendo cura di far uscire tutta l’aria in eccesso. Dopo aver tagliato i ravioli ed averli versati in una pentola colma d’acqua, scaldate in una padella l’olio e lo spicchio di aglio, poi aggiungete i pomodorini tagliati in quarti e lasciateli cuocere per circa cinque minuti. Nel corso della cottura ricordate di rimuovere l’aglio e aggiungere il basilico per insaporire. Adesso sarà il momento di togliere i ravioli dall’acqua bollente e di aggiungerli nella padella dove avete lasciato i pomodorini. Saltateli per qualche istante e serviteli in tavola!

Involtini di vitello con prosciutto e formaggio

Una ricetta semplicissima, che si presenta come una variante alla solita fettina di carne, è quella degli involtini di vitello con prosciutto e formaggio. Un ottimo secondo piatto per il vostro pranzo di Natale firmato Dieta Mediterranea.

Gli ingredienti sono 400g di girello di vitello, 150g di formaggio Asiago, 50 g di prosciutto cotto a dadini, farina, cipolline sottaceto da cocktail, 4 cucchiai di olio EVO, 1 scalogno, brodo, prezzemolo, 1 cucchiaino di amido di mais, vino bianco e sale.

Partite tagliano la carne a fettine, appiattite poi da un batticarne o con il dorso di un coltello pesante. Tagliate il formaggio Asiago a dadini e, insieme al prosciutto cotto, distribuitelo sulle fettine di carne, avendo cura di posizionare al centro di ognuna una cipollina sottaceto. Successivamente avvolgete la carne serrandola con dello spago e passate all’infarinatura degli involtini. In una padella lasciate rosolare nell’olio gli involtini a fuoco moderato insieme allo scalogno tritato, bagnateli con il brodo e cospargeteli di prezzemolo tritato e sale. Lasciateli cuocere per quattro minuti circa, ricordate di girarli di tanto in tanto. Lasciate poi stemperare l’amido di mais in 2 cucchiai di brodo, aggiungete il vino, mescolate e lasciate addensare. Una volta insaporiti a dovere i vostri involtini sono pronti per deliziare il vostro palato.

Melanzane al forno

La melanzana è un alimento da cui si possono ricavare ricette uniche, come la strepitosa parmigiana di melanzane, la caponata, oppure in semplici insalate di pomodori, lattuga e cetrioli. Eppure l’ortaggio viola è spesso considerato troppo “povero” per essere considerato per il pranzo di Natale. Sfatiamo questo tabù con questa portata, che siamo certi non sfigurerà al centro della vostra tavola come contorno o anche come antipasto.

Procuratevi, per questa ricetta, una melanzana grande, 100g di scamorza affumicata, 5 frutti di cappero, 150g pomodorini datterini, 20g di olive nere denocciolate, olio EVO, pepe nero, sale fino e origano.

Lavate accuratamente la melanzana, spuntatela e tagliate delle fette circolari spesse circa un centimetro e mezzo. Disponetele su una teglia con carta forno e incidetele formando una griglia, in modo da permettere una cottura perfetta. Prima di metterle in forno ungetele con l’olio, spargendo un po’ di sale e lasciatele cuocere in un forno preriscaldato a 200° per circa 10 minuti. Successivamente lavate e tagliate a metà i pomodorini, ricavate delle fette sottili di scamorza affumicata e tagliate a metà anche i frutti di cappero, estraete dal forno, dopo i 10 minuti, i dischi di melanzana e disponete su di essi una fetta di scamorza, pomodorini, le olive denocciolate e i frutti di cappero, condite con olio e insaporite con sale e pepe, dopodiché rimettetele in forno, sempre a 200°, ma questa volta per circa 30 minuti. Sfornatele e aggiungete l’origano secco, pronte!

Commenta con Facebook
Recent Posts