“A tavola col guerriero”, Antonella Petitti racconta il carciofo bianco

By
In news

Un viaggio alla scoperta di una delle eccellenze gastronomiche del Cilento: il carciofo bianco. È il libro-ricettario “A tavola col guerriero. La storia, le caratteristiche e le ricette del carciofo bianco” (Printart Edizioni), un progetto voluto dalla Pro Loco di Auletta (Salerno) e a cura della giornalista enogastronomica Antonella Petitti.

150 pagine, 22 artigiani del gusto tra chef, pizzaioli, pasticceri e gelatieri, oltre 40 ricette e le schede di tutti i carciofi campani. Questi i numeri di un lavoro corale, compiuto in omaggio al carciofo bianco della Valle del Tanagro, e il cui titolo è ispirato all’Ode al carciofo di Pablo Neruda.

Il progetto ha coinvolto esperti del settore come Rosa Pepe del CREA di Pontecagnano, il professore Giovanni Quaranta, lo storico locale Michele Marsico e l’oncologo Cesare Gridelli. Dopo i contributi iniziali, che tracciano un ritratto attento delle caratteristiche del carciofo bianco in campo e in tavola nonché delle sue potenzialità, “A tavola col guerriero” si trasforma in un ricettario e regala oltre 40 ricette. Ricette teoricamente riproducibili anche con altre varietà di carciofi. Anche se il carciofo bianco”, sottolinea Giuseppe Lupo, presidente della Pro Loco Auletta, “è davvero un’eccezione per la sua delicatezza e la sua tenerezza, caratteristiche che lo rendono senza dubbio il re dei carciofi”.

A firmare le “Ricette quotidiane” – ritratte con grande talento dall’occhio digitale di Carlo Cavaliere – sono stati agricoltori e produttori locali, grandi conoscitori del carciofo bianco e della sua versatilità in tavola: Luigi Scaffa, Vincenza D’Elia, Donatina Addesso, Vincenzo Natiello, Petronilla Cavallo, Maria Antonietta Pepe, Vincenzo Caggiano, Tommaso e Francesco Pessolano, Nicola Caggiano e Giuseppe Ciccarrone. Le “Ricette d’Autore” hanno invece le seguenti firme: gli chef Salvatore Avallone, Fabiano Borea, Angelo Borghese, Marco De Luca, Fabrizio Di Lisi, Alessandro Feo, Philly D’Uva, Paolo Gramaglia, Pina Gaimari, Vitantonio Lombardo, Rocco Iannone, Antonello Martuscelli, Nando Melileo, Pasquale Palladino, Peppe Stanzione e Giovanna Voria, i pizzaioli Paolo De Simone, Giuseppe Maglione e Valentino Tafuri ed i gelatieri e pasticceri Grazia Citro, Enzo Crivella ed Emilio Soldivieri.

Un lavoro scrupoloso, capace di esaltare la vivacità delle comunità rurali, tutt’altro che spente, e certamente alla ricerca di simboli identitari che possano riscattare una cultura preziosa. “A tavola col guerriero” nasce con l’ambizione di segnare un primo passo per un nuovo capitolo dell’economia locale: etica, sostenibile e basata sulle risorse autoctone.

Un’ottima occasione per portare a casa il libro e allo stesso tempo conoscere la bontà del suo protagonista sarà la manifestazione Bianco Tanagro ad Auletta, in programma dal 28 aprile al 1° maggio 2017. In seguito il volume sarà distribuito presso la Pro Loco di Auletta.

 

Per informazioni:

Pro Loco Auletta

tel e fax 0975/392366

Infoline 380/1863475

prolocoauletta@tiscali.it

 

Commenta con Facebook
Recommended Posts