Oleum Dinner Lab, viaggio alla scoperta dell’olio di oliva

By
In news

calendarioQualche tempo fa vi abbiamo parlato dell’apertura del primo pub a chilometro zero, The Rural Pub, a Lancusi di Fisciano (Sa), in via Generale Ciro Nastri 23. Un locale in cui abbiamo riconosciuto molti dei principi della dieta mediterranea, dalla stagionalità alla territorialità dei prodotti. Questa filosofia si ritrova anche nel programma dell’Oleum Dinner Lab, una rassegna dedicata ad uno degli ingredienti simbolo del mangiare mediterraneo, l’olio extravergine di oliva.

Si tratta di un percorso formativo e di degustazione che consiste in otto incontri mensili dedicati alla scoperta dell’olio extravergine di oliva, organizzati da Oleum – Associazione Nazionale Assaggiatori Professionisti Olio di Oliva. Si parte martedì 6 dicembre alle ore 21,00 con l’incontro dal titolo “I diversi tipi di fruttato – Saper apprezzare la varietà dei sentori nei diversi tipi di extravergine” con Nicolangelo Marsicani del Frantoio Marsicani di Sicilì di Morigerati (Sa), produttore di uno degli oli extravergine di oliva Dop più premiati.

frantoio-marsicaniDurante la serata ci saranno: un menù preparato dallo chef Fiore De Nicola, una carta degli oli preparata dall’associazione Oleum ed una carta dei suoni a cura del dj Tony Ponticiello. Richiedendo allo staff del locale la Oleum Dinner Lab Card e partecipando ad almeno cinque degli appuntamenti mensili si potrà ricevere un attestato di frequenza rilasciato dall’associazione Oleum.

La rassegna Oleum Dinner Lab – attraverso i momenti formativi e le cene esperienziali – si pone l’obiettivo di insegnare a degustare e a riconoscere l’olio extravergine di oliva di qualità ed a distinguerlo dalle tante contraffazioni presenti sul mercato, che hanno ricadute sulla salute e sull’economia di tutti quegli agricoltori e imprenditori che della genuinità del prodotto fanno il proprio marchio di fabbrica. Inoltre l’iniziativa vuole far emergere le eccellenze del salernitano, del Sud e dell’Italia, e i molteplici vantaggi dell’utilizzo dell’olio extravergine di oliva. Ad esempio alcuni studi di lipidomica dicono che quest’olio sia l’unico che si presta alla cottura e in particolare alla frittura, in quanto non contiene acidi grassi saturi e non si ossida, quindi non subisce alterazioni in cottura. Da qui l’importanza di valorizzare questo prodotto e di renderlo ben distinguibile da tutti. 

Il secondo appuntamento è fissato per il 17 gennaio 2017 e il tema sarà “I difetti dell’olio – Saper riconoscere i difetti dell’olio più comuni e ‘familiari'”. Il calendario di Oleum si concluderà a luglio 2017.

Commenta con Facebook
Recommended Posts